Parto? Io Parto. Poi ci vediamo eh.

Allora….Cosa devo dire? Ah si…Ehm…Parto da un preambolo. Io sono una persona buona. Davvero. Non riesco a fare del male a niente e nessuno. Non ce la faccio. Non riesco neanche a chiedere i soldi per il lavoro che svolgo. Fosse per me la gente non dovrebbe mai pagare nulla. E anche se mi fai del male, mi incazzo come una bestia. Ma non riesco a fartene a mia volta (anche se sono vendicativo).

(altro…)

Annunci

Copia-incollato dal corriere della sera:

MILANO—Il primo a cadere dalle nuvole è proprio lui: «Non ne so assolutamente nulla, gli avvocati non me ne hanno parlato». Quel che Renzo Bossi non sa è che la bocciatura rimediata lo scorso luglio alla maturità scientifica forse non lo costringerà a ripetere l’anno. Come spiegano fonti ministeriali, «la vicenda sarà riesaminata ». Il figlio del leader leghista contro la bocciatura aveva presentato ricorso al Tar. Nessuno in famiglia aveva digerito la batosta, e lo stesso Bossi era pubblicamente intervenuto sull’argomento parecchie volte: «Non è possibile che un ragazzo possa essere massacrato agli esami soltanto perché ha portato una tesina su Carlo Cattaneo». Le sortite erano quasi sempre accompagnate da vivaci attacchi a Mariastella Gelmini. Al punto che la giovane ministro aveva fatto una spedizione in quel di Gemonio per chiarirsi una volta per tutte con il leader padano. Ma ora, che è successo? Il Tar ha accolto il ricorso disponendo la replica dell’esame? A sentire il collegio Bentivoglio, non è proprio così. «Il prossimo 13 ottobre — spiega il rettore, don Gaetano Caracciolo—è stata riconvocata dall’ufficio scolastico regionale la stessa commissione che aveva a suo tempo esaminato il giovane Bossi».

(altro…)

Ho già detto che i giornalisti italiani mi fanno schifo. Per me dovrebbero morire tutti.

Anzi, se mi leggete, andate a fanculo.

Ma andiamo avanti. Una volta il mio giornale prediletto era “La Repubblica”, sempre scontrosa con chiunque e con giornalisti degni di nota. Ma non è più cosi da tempo. Oggi ne ho avuto la ri-prova:

Leggete questo articolo. Parla delle “I-Doser”, delle specie di canzoni che darebbero uno sballo virtuale. Droghe, in linea teorica. Chiaramente è tutto falso. E tutto documentato nella rete da MESI. Cioè, sti stronzi prendono la prima cazzata che leggono nelle famose catene di sant’Antonio che tutti si mandano per e-mail, e la fanno passare come articolo di giornale. Giusto per chiarire la faccenda: il disinformatico ne aveva parlato mesi e mesi fa, citando tutti i giornali pirla che erano cascati nella notizia-bufala. E smentendo tutti, andando a cercare, al contrario di questi fancazzisti di merda, qualche fondamento della notizia. Oh, tra i giornali che pubblicarono la notizia non figura “la repubblica”. Quindi, oltre che idioti, sono pure con lo scoppio ritardato. Ma zio cane, neanche un googlata fanno sti pirla, vi rendete conto????Mi fanno troppo incazzare. Troppo!

Ritiratevi, merde.

Apprendo da Geekissimo (un blog veramente splendido tra l’altro, anche se stavolta ha preso una cantonata. Votatelo per i blog awards!) di un’altra splendida iniziativa di qualcuno per guadagnare qualcosina.

Questo sito, che non linko, praticamente prende i vostri vecchi cellulari, vi da un pochino di soldi, e li ricicla.Poi pianta un albero. Tutto bellissimo vero?

Si, ma c’è l’inghippo.Anzi, la truffa.

(altro…)

Io propongo il licenziamento in tronco di tutti i giornalisti, la soppressione di qualsiasi sindacato o cazzata simile, l’abolizione dell’albo, e la ripartenza da zero. Vuoi scrivere per un giornale? Bene, fammi vedere che ne sei capace. Vuoi addirittura lavorare in tv, sempre da giornalista? Ok, dopo avermi fatto vedere che vali ti assumo, ma alla prima cagata quella è la porta. Questo sarebbe un sistema giusto, secondo me. Magari farlo un goccino meno drastico, ma le linee guida devono essere queste. Perchè non è possibile leggere e ascoltare una marea di CAGATE, ogni giorno, ad ogni ora.

(altro…)

Apprendo da un articolo di ieri de “La Stampa” che l’ 8×1000, il meccanismo per il quale lo Stato devolve parte dell’ IRPEF alla chiesa cattolica o altre confessioni religiose (o a se stesso, chiaramente), ha fruttato alla fabbrica del Papa StoreTedesco la bellezza di 6.546.000.000 di €. Lo scrivo in lettere che fa molta più impressione: sei miliardi e cinquecentoquarantasei milioni di euro.Ottimo! Direi che l’Africa è salva! Finalmente possiamo utilizzare questi soldi per costruire pozzi d’acqua o comprare medicine essenziali (dato che li si muore per diarrea).

o forse no?

(altro…)

Mediaset, veramente, ma vedi di andare a fare in c**o.

Fossi in you tube e nei suoi utenti, ti denuncerei pure io:

i tuoi telegiornali usano regolarmente video di you tube per creare le notizie, dato che di notizie vere e sensate non potete darne (chissà poi perchè….).

E allora spazio all’ultimo atto di bullismo piuttosto che alla bravata di 3 imbecilli che emulano i blink 182 e scorrazzano nudi (alle 4 del mattino) in un paesino di montagna. Ma lasciateci in pace!!!!!Veramente, state zitti, vergognatevi, e non rompete più.

Anche perchè voi facevate le stesse cose parecchio temo fa, in modo molto più illegale, ma li c’era l’ amico CRAXI che vi salvava le chiappe da denuncie e risarcimenti.

Sul serio, vergognatevi.

Fonte dell’articolo completo:Punto Informatico