Io propongo il licenziamento in tronco di tutti i giornalisti, la soppressione di qualsiasi sindacato o cazzata simile, l’abolizione dell’albo, e la ripartenza da zero. Vuoi scrivere per un giornale? Bene, fammi vedere che ne sei capace. Vuoi addirittura lavorare in tv, sempre da giornalista? Ok, dopo avermi fatto vedere che vali ti assumo, ma alla prima cagata quella è la porta. Questo sarebbe un sistema giusto, secondo me. Magari farlo un goccino meno drastico, ma le linee guida devono essere queste. Perchè non è possibile leggere e ascoltare una marea di CAGATE, ogni giorno, ad ogni ora.

Volete qualche esempio? Ok dai, e prometto di non tirare dentro Berlusconi (sarebbe come rubare le caramelle ad bambino).

Ok, allora, venerdi un mio collega fa un incidente: veniva giù da una strada stretta un pochino forte, ha messo le rute fuori strada e a causa del controsterzo il mezzo si è girato diverse volte, andando a sbattere e occupandola corsia opposta. Purtroppo arrivava un motorino con un vecchietto, che si è spaventato, è scivolato e si è fatto un pò (tanto) male. Ricordo che “lavoro” (faccio servizio civile) in una sede dei Volontari del Soccorso ANPAS, abbiamo sia ambulanze che automediche, quindi macchine normali con qualche adesivo del tipo “Servizi Sociali”.Il mio collega guidava una Fiat Scudo, quelle macchine con 8-9 posti a sedere. Bene, il sabato su “La Stampa” esce fuori l’articolo dell’incidente:

  • la foto è di un’ambulanza della Croce Rossa.
  • nell’articolo si parla di un’ambulanza che va contro una moto

Ripeto, noi siamo ANPAS, con la Croce Rossa abbiamo ben poco a spartire (c’è qualche ruggine tra le associazioni…. ;-D ) e il mio collega non è andato a sbattere contro una moto, ma è uscito fuori strada. Poi un motorino è andata a sbattere contro il mezzo, che è una macchina normalissima e NON un’ambulanza.

Direte: si ma stai parlando della sezione provinciale della “Stampa”. D’accordo…

Sul giornale di oggi si parla di quelle merde di ultrà del Napoli: non voglio infierire su sti schifosi (non perchè siano napoletani, se fosero milanesi sarebbero schifosi uguale.)

Parliamo invece dell’articolo: ad un certo punto c’è un virgolettato del questore (quindi parole sue), dice che li hanno controllati uno ad uno, e non c’era nessuno senza biglietto. Versione serale del tg5:  i napoletani erano tutti senza biglietto. E quindi? A chi do ragione? Istintivamente mi andrebbe di darla al questore, non per altro, ma è più semplice controllare che abbiano il biglietto piuttosto che controllarli e notare che non li hanno.

Ma ancora: sul giornale parlano di una rapina a Biella: 12 milioni il bottino. Stasera erano diventati 20. ma dai cazzo….

Vergogna, schifose zecche della società (parlo ai giornalisti): se aveste dignità vi licenziereste da soli.

Non una volta che controllino le notizie, le fonti, o che indaghino almeno un minimo per capire. Stronzate su stronzate, senza alcun ritegno.

Piccolo appunto personale: la mia rabbia non si placa. Cazzo, mi accorgo che mi sto incattivendo. Una volta, dopo un evento come quello degli ultrà ci sarei rimasto male e avrei attaccato il sistema oltre che a loro. Ma ragionando, utilizzando il cervello e poi la lingua. Invece la prima reazione che ho avuto alla notizia è stata: cazzo, ma una bomba, li, non i sarebbe stata bene? Farli saltare tutti,e ai sopravvissuti si sparava di nuovo. Un pò di immondizia in meno in giro. Non era una promessa del governo? 😀

Annunci